bunker san michele
bunker San Michele, Gorizia

Visitare il bunker San Michele a Savogna D’ Isonzo

Quando andai qualche anno fa a visitare il bunker San Michele a Savogna D’Isonzo in provincia di Gorizia non immaginavo minimamente che nel 2022 si sarebbe parlato ancora di  queste cose. Così riguardando le foto degli anni scorsi, ho ritrovato queste del bunker San Michele.

La guerra Fredda e la costruzione del bunker

Il Bunker a San Michele fu costruito nel 1968 in occasione della Guerra Fredda. Ma che cosa era effettivamente la guerra fredda? 

Dopo la fine della Seconda Guerra Mondiale, gli Stati Uniti e L’unione Sovietica furono i vincitori. Così si divisero l’Europa in due parti: quella Occidentale composta dagli Stati Uniti e dagli altri membri della Nato e quella Orientale composta da L’unione Sovietica e dagli stati che avevano aderito al Patto di Versavia. 

Le due parti erano completamente diverse per ideologia. Infatti, da una parte si trovava la democrazia mentre dall’altra c’era il comunismo.

I due grandi blocchi per fortuna, non si scontrarono mai sul campo, ma erano sempre in lotta dal punto di vista militare, sportivo, spaziale. Ecco perchè si chiamò Guerra Fredda.  Cominciò nel 1956 e durò fino alla caduta del muro di Berlino nel 1989.Ci furono varie fasi della Guerra Fredda ma soprattutto, verso la fine degli anni ’60 si cominciò a parlare di una possibile guerra nucleare tra le due potenze. Così si costruirono bunker proprio per ripararsi dalla possibile guerra.  

Il bunker di San Michele fu attivo fino al 1990.

 

Inquadramento storico

Per capire meglio il periodo storico che portò alla creazione del bunker a San Michele, bisogna tornare alla fine degli anni ’30 quando fu creato il Vallo Alpino del Littorio che erano fortificazioni nelle grotte e di bunker che andavano da Ventimiglia fino a Fiume. Il Vallo era stato creato da Mussolini per difendere i confini italiani dagli altri paesi  (Francia, Svizzera, Austria,Jugoslavia,) era una specie di linea chiamata ” non mi fido”. Dopo la Seconda Guerra Mondiale, i confini vennero ridefiniti e durante gli anni ’50 si ristrutturarono le fortificazioni del Vallo Alpino. Si costruì anche il bunker di San Michele in previsione di un attacco nucleare. Le difese della zona di montagna vennero affidate agli Alpini di Arresto mentre la zona di pianura venne data alla Fanteria di Arresto.

Come è stato costruito il bunker?

Nel bunker si può vivere per 5 giorni in maniera indipendente. Ha un posto comando osservatorio e 5 postazioni di mitragliatrice.

bunker san michele

Se volete conoscere meglio come funzione il bunker vi consiglio di vedere il video di Telemare Gorizia cliccate qui

Il bunker oggi si può visitare

Oggi il bunker di San Michele si può visitare grazie a un gruppo di volontari che organizzano visite guidate. Per informazioni vi potete rivolgere a https://www.facebook.com/bunkersanmichele/

Il gruppo si occupa della manutenzione del sito. 

visita bunker san michele

Spero di avervi incuriosito! Se volete maggiori informazioni mi potere scrivere! Se siete degli appassionati di guerra, potete leggere anche l’articolo

Trincee a Monfalcone

 

Ricevi in omaggio la guida su Trieste

* indicates required

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.